LA LONGA MANUS DELL’IMPERO

FILES-BOLIVIA-MORALES-CANDIDACY

Scorrono frenetiche le ore, come si suol dire, in questi ultimissimi giorni in Bolivia, e si susseguono senza soluzione di continuità, come si suol dire, colpi di scena e breaking news. Sono solo però le sembianze superficiali di un dramma che nasce nel profondo e dal profondo si consuma. Una escalation di violenza sopraffazione e inganno che non può non riassumersi che in una unica atroce formula: colpo di stato. Dallo stile inconfondibile e dal terribile aspetto di quelli sanguinosamente conosciuti nel secolo scorso. Dittature militari che sono andate in soccorso del più forte, seminando poi morte e devastazione. (altro…)

LAVORARE PER VIVERE, MORIRE PER LAVORARE

Non_siamo_macchine_2Quel mattino conteneva già in sé il proprio destino
nascosto tra la bruma e la rugiada
un mattino ingannevole e dalla dolce seduzione
come i tanti innumerevoli che lo avevano preceduto
un mattino come gli altri, anonimo e rassicurante
con il giorno ancora in fasce
nel familiare tepore delle mura domestiche
un caffè che comincia a ritemprare le membra
e si comincia ad affrontare la sfida quotidiana
di una penosa abitudine chiamata: lavoro. (altro…)

IN ATTESA DEL DE PROFUNDIS PER GRETA

Cielo_spinatoNon tarderà ad arrivare, possiamo starne certi. Dopo il gigantesco e incontestabile successo del Friday For Future, la geremiade dell’establishment tenta di inseguire l’eco delle manifestazioni che si sono svolte in tutti gli angoli di questo mondo. Sfruttato e strapazzato fino a decretarne la sparizione, se non si interviene in tempo. Può apparire come una delle tante visioni apocalittiche, susseguitesi soprattutto nel corso degli ultimi secoli, è invece un dato incontrovertibile. Accreditato da serissimi e allarmanti studi scientifici, da quella stessa scienza che spesso con la politica e la economia ha avuto rapporti tempestosi. (altro…)

LE SCARPE DI MATTIA, IL GRECO E SILVIA SOTTO LA PELLE

IMG_7889A due anime gemelle, unite in matrimonio. Gemelle a me, gemelle a noi.

“Ay qué cosa fuera, corazón, qué cosa fuera
Qué cosa fuera la maza sin cantera…”
Silvio Rodriguez

Cronaca di una festa annunciata

Sono entrati nelle vite di ognuno di noi in punta di piedi, con discrezione. Quasi con quel raro velato pudore di non recare disturbo. Poi sono bastati pochi minuti; anzi, dopo pochi istanti era già scoccata la scintilla. Un istantaneo retroterra comune, reciprocamente riconosciuto in modalità che oseremmo definire animalesca, che ha fatto tabula rasa di ogni riserva o dubbio. (altro…)

CAPITANI & GATTOPARDI

Divieto_1Non ci si può dimenticare con tanta disinvoltura, che l’Italia è il paese del “compromesso storico”, del “pentapartito”, delle “convergenze parallele”, insomma delle grandi ammucchiate politiche, o per meglio dire partitiche, degne eredi della grande tradizione depretisiana.
Di quella immarcescibile peculiarità, tutta italiana, del trasformismo.
Sublimata nella già controversa versione letteraria del gattopardismo. Che in realtà la troviamo assai frequentemente rinnovata e aggiornata da più di un secolo a questa parte. (altro…)

FALSI MITI, MOSTRI REALI

Proprietà_privataIl grado di civiltà di un paese, di una comunità, di una intera società, spesso, in maniera sventurata, si misura con le tragedie. Può accadere anche il contrario, ovviamente. Vale a dire nella espressione degli aspetti positivi. Nel nostro paese, e siamo in buona compagnia in gran parte dell’Occidente, purtroppo conosciamo molto bene questa dinamica “contorta”. La quale, tanto contorta non lo è affatto. È sufficiente raschiare leggermente la superficie di avvenimenti tragici, o per meglio dire la loro esposizione pubblica, per trovare spiegazioni razionali alla ondata di “cattivismo”. L’utilizzo di questo impresentabile termine, è giustificato solo per associarlo all’altrettanto osceno, e falsamente contrapposto: “buonismo”. (altro…)

LA RIVOLUZIONE NON HA ETÀ

thumb_IMG_1149_1024Quando nel 1972, durante una intervista all’allora presidente cinese Zhou Enlai, chiesero cosa pensasse della Rivoluzione Francese, rispose che “è ancora troppo presto per giudicarla.”. Queste parole, è facile immaginare, rientrarono ben presto nell’esclusivo elenco delle “frasi celebri” di tutti i tempi. Nascondevano una suggestione universale, incastonate come un diamante su quella controversa attualità. Fino a scoprire, molti anni dopo, che in realtà fossero un falso. O meglio, un sublime errore dovuto alla traduzione istantanea. (altro…)

COSMICA

Casali_2019Il sole già inondava il giorno di rinnovato antico tepore
la campagna donava i suoi profumi
a una umanità curva sulle zolle morbide
che colpiva con decisione eppure accarezzandole
dispensatrici generose di sopravvivenza
gelose custodi di un arcaico rigenerarsi
Lo zappettio scandiva il tempo con dolcezza
voci incontaminate coloravano l’atmosfera
di donne e uomini alle prese con la vita (altro…)

SE GUAIDÓ È COME SOMOZA

Venezuela_difendiamoLa confraternita mediatica che ha sponsorizzato l’autoproclamatosi presidente del Venezuela, Juan Guaidó, si è poi chiesta che fine hanno fatto le ingenti cifre raccolte per finanziare l’opposizione al presidente Maduro? Ha chiesto conto dell’incasso del mastodontico concerto, rivelatosi poi un flop, del magnate Branson a Cúcuta? Ha indagato sui proventi ricavati dalle consistenti donazioni per sostenere la salida alla democrazia in quel paese?
Inutile affannarsi alla ricerca di una risposta. (altro…)